Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






giovedì 5 luglio 2012

Ciambella senza buco

Inutile che me la meno, inutile appoggiarsi su ipocrite affermazioni, inutile continuare a dire sono comunque un FINISHER.
E' un discorso che può valere per altri ma non per me.
SONO FELICISSIMO DI ESSERE IRONMAN FINISHER PER LA SECONDA VOLTA
ma non era questo il mio obiettivo.
Non ho sbagliato nulla, mi sono preparato per bene, sono giunto all'appuntamento motivato al massimo.
Tutti i "miei test" mi dicevano che avrei tirato fuori dei riscontri cronometrici ed invece condizioni esterne mi hanno impedito di farlo.
SONO IRONMAN FINISHER DI UNA PROVA MASSACRANTE MA SONO DELUSO.
So già che questa esperienza mi metterà addosso ulteriori energie e motivazioni, forse sarà impossibile incrementare ulteriormente gli allenamenti ma il prossimo anno sarò di nuovo pronto all'appuntamento per fare quello che penso di poter fare.
Qualche anno fa FRATELLO SOLE mi tradì alla 100 km del  Passatore quando mi impedì di correre come mi ero preparato, mi presi la rivincita dopo poche settimane sulla pista di Fagagna correndo in meno di 9 ore 100 km in pista. Stavolta è stato quel dannato di Caronte a fregarmi (me e tutti gli altri), dovrò aspettare un anno ma il 30 giugno 2013 statene certi che io sarò lì in riva al lago a riprendermi ciò che stavolta ho solo sognato.



14 commenti:

corradito ha detto...

Nuotare senza tuta , correre con quel caldo....se non ti fossi preparato così bene chissà quale sarebbe stato il tempo finale....un po di delusione è normale che ci sia ma contro le avversità climatiche c'è poco da fare.

Per me sei stato eccezionale Antonio...COMPLIMENTONI!!!

MauroB2R ha detto...

Di questo blog, di te in pratica, mi piace che si dice ciò che si pensa veramente .
Te credo che sei incazzato, CI MANCHEREBBE.
qualche settimana fa ho "ripreso" il mio grande amico Lello, dopo che era stato male il giorno prima della monza resegone e che lo aveva costretto al ritiro al 25esimo km, perchè aveva detto che era comunque felice di essere partito etc etc....NON E' VERO, SI ERA FATTO UN CULO QUADRO NEI BOSCHI PER 3 MESI e poi un virus gli porta via tutto il lavoro....INCAZZATO NERO, altro che felice per essere partito.
Ma sono queste cose che ci spingono ad andare avanti...
L'anno prossimo sarà rivincita, ne sono sicuro!

Caio ha detto...

Fratello Sole e Madre Natura sono troppo più forti di noi. Concordo con Mauro: il tuo atteggiamento è molto apprezzabile nella sua piena sincerità. Ma al di là di tutto c'è che sei un atleta con i fiocchi, fatto di talento e motivazione. Chapeau.

Anonimo ha detto...

...a grande impegno e soprattutto a grandi motivazioni corrispondono sempre e comunque grandi traguardi!!!

orlando ҉ magic ha detto...

Antonio, sei stato un grande! lo so che non condividi quello che ho fatto io, ma la tua delusione mi fa sentire un po' meno codardo.

wolfsangle ha detto...

Ottima prestazione, invece!. Io non ce l'ho fatta, come leggerai.
Nulla è per nulla, anche quest'esperienza va capitalizzata!

Semper Adamas ha detto...

é stata comunque una prova di grande lucidità mentale, determinazione e coraggio... altro che palle, scusa.
:D
si, certo, ti meriti di più e te lo prenderai, ma intanto puoi farti i complimenti per quello che hai fatto (che non è poco, neanche è da poco quel tempo lì..a dirla tutta, eh!)

Pasquale Musci ha detto...

Antonio, è la testa dei duri quella, non pensare che siamo tutti contenti...ma per quello che era domenica primo luglio 2012 hai fatto il massimo! non sarà sempre cosi e il prossimo anno sbriciolerai parecchi muri....quello dell'ora e venticinque a nuoto, quello delle 5h30 in bici e quello delle3h30 a piedi. E' solo questione di tempo.....

Filippo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Filippo ha detto...

E' il problema delle "gare dell'anno" tutto il lavoro concentrato su un evento, con le incognite del caso che possono influire in maniera devastante o rendere la giornata perfetta, riuscirai a rimediare come hai fatto nelle altre discipline, ma i tempi sono necessariamente dilatati, come ben sai...In bocca al lupo!

margantonio ha detto...

Luigi, non c'è alcun atteggiamento da condividere o meno. Io ho trascorso la notte insonne per la preoccupazione. Nonostante abbia concluso la prova (e dovrei esserne orgoglioso) come vedi non sono soddisfatto. alla prossima

margantonio ha detto...

Filippo...come tu ben sai io non sono abituato alle "gare dell'anno" mi piace poterci riprovare. L'amaro in bocca rimane solo per il fatto che in questa occasione sono state solo le condizioni esterne a mettermi KO...e tutto sommato penso che sarebbe stato possibile ancora rimediare se solo avessi potuto usare la muta per nuotare, in corsa avrei comunque rimediato

margantonio ha detto...

Pasquale, non so se e quando accadrà, ma penso che i tempi che tu hai indicato siano potenzialmente alla mia portata

Julia Jones ha detto...

Ciao Antonio, Complimenti ancora. Domanda: non hai pensato di cambiare percorso? Svizzera per esempio.

Julia