Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






mercoledì 28 dicembre 2011

Feste natalizie nel Salento

Quest'anno il breve periodo natalizio da trascorrere in ferie è caduto a cavallo di Natale e come al solito sono andato nel Salendo a trascorrerlo con i parenti. Viste le previsioni meteo che erano buone e per non rischiare di annoiarsi troppo ho portato con me anche la mia Ljuba.
Sono stati solo 4 giorni ma li ho impiegati molto bene.
  1. 24 Dicembre giro sulla litoranea adriatica di 66 km fino a Torre dell'Orso godendosi il mare pienamente ma spingendo anche bene sui pedali. Le nuove ruote a profilo alto (Mavic Cosmic SL) danno proprio soddisfazione quando le lanci ad una certa velocità. Episodio strano sulla via del ritorno: mi si è attaccato un ciclista dietro senza farsi accorgere, è stato in scia per 15 km circa senza dare neppure un cambio ed arrivati a Lecce si è defilato senza ringraziare e nemmeno salutare...alla faccia della correttezza.
  2. Il giorno di Natale prima di pranzo breve corsetta in progressione su via Vecchia Frigole di soli 8 km terminando in ottima spinta e staccando un buon 4'26'' di media finale.
  3. Santo Stefano si presenta con una giornata soleggiata, fresca ma con un vento forte di tramontana che mi infastidisce non poco nel mio girobike al mare, questa volta sullo Ionio. Parto da Erchie e raggiungo Porto Cesareo dopo esser passato da Avetrana, San Pietro, Torre Lapillo; il rientro diventa arduo perchè nella risalita verso l'entroterra nel tratto in
  4. direzione di Veglie ho vento contro e leggera salita, riesco a recuperare quando la direzione del vento è laterale anche se imparo che la tenuta della bici è molto compromessa in queste situazioni e bisogna fare veramente attenzione. La media finale comunque si attesta poco sotto i 30 km/h
  5. Il 27 altro girobike sempre partendo da Erchie e transitando per tutti i luoghi di culto della
  6. zona. Tanto è vero che l'ho definito Girodei Santuari (Santa Lucia, San Cosimo, Oria, Madonna di Cotrino a Latiano). Il vento è leggermente meno forte per cui riesco in alcuni tratti a far andare veramente bene la mia Ljuba e rientro soddisfattissimo con una media ben oltre i 31 orari.
  7. Oggi dopo il rientro a Udine e 1100 km di guida un bel giretto di corsa disintossicante, breve ma molto tirato in Baldasseria.

3 commenti:

tylerdurden ha detto...

Porto Cesareo, Torre Lapillo...che zone... Non è giusto che tu sia nato lì ed io a pochi km da Ostia, eh!eh!

Buona vita.

GIAN CARLO ha detto...

Quelle ruote ad alto profilo mi fanno invidia ... al punto che se fossi riuscito ad attaccare quella scia preziosa ...forse anche io avrei lasciato senza salutare(se eri milanista !)

margantonio ha detto...

ebbene si, sono stato fortunato almeno in quello per esser nato nel Salento.
sono poco tifoso calcistico e comunque assolutamente non milanista.