Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






martedì 9 novembre 2010

20 km sotto la pioggia

Stamattina avevo la necessità di rinfrescare le idee. Con un tempo decisamente inclemente la soluzione più semplice sarebbe stata di andare in piscina e nuotare il più alungo possibile. Ma sapevo e saprò per sempre che quello non è il mio ambiente naturale e non riesco a pensare quando nuoto, al massimo mi riesce di galleggiare.
Ho scelto quindi di andare a correre sull'ippovia che fiancheggia il torrente Cormor. Un paradiso per chi ha voglia di correre nella natura a due passi dalla città. Pioveva, temperatura di 7-8°C .
Nonostante questo, anzi forse soprattutto grazie a questo la mia corsetta è stata fantastica; il ciaf ciaf delle mie scarpe nelle pozzanghere all'andata si è trasformato in un correre in un vero e proprio torrente al ritorno.
In alcuni tratti la strada era completamente ricoperta di foglie, alcuni alberi sono ormai spogli altri invece mostrano il loro vestito di un colore improbabile che prelude la svestizione.
Tanto bello il paesaggio che l'oretta prevista si è trasformata in 1:40' durante i quali ho veramente goduto.
L'obiettivo era schiarirmi le idee...ci sono riuscito? boh, non lo so. Di certo mi sono tanto divertito. E chi l'ha detto che una corsa debba essere per forza un allenamento?

3 commenti:

mjaVale ha detto...

davvero bello questo scatto...
...e la gioia di sguazzare nelle pozzanghere che abbiamo da piccoli, ogni tanto salta fuori prepotentemente :-)

Bicio ha detto...

"E chi l'ha detto che una corsa debba essere per forza un allenamento?"

In effetti... per me non lo è quasi mai!
Concordo assolutamente con te quando parli del piacere di correre anche con la pioggia... per il solo piacere di correre!
Ciau!
http://biciotrails.blogspot.com/

Caio ha detto...

Come la capisco questa voglia di 'paciugare' nel fango! Come dice Vale, si torna bambini e la strada si accorcia.