Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






venerdì 4 giugno 2010

L'allenamento che non ti aspetti.

Ieri mattina inizio a correre in compagnia, il ritmo è decisamente tranquillo. Evidentemente i problemi avuti domenica a Cortina non sono stati a sufficienza e così mi ritrovo nuovamente a dover fare un pit-stop. Stavolta però al rientro sul mio giro del Cormor vengo raggiunto da Adriano che mi porta ad un ritmo decisamente più elevato e mi sorprendo nella tenuta. Concludo con un progressivo entusiasmante. Nel primo pomeriggio prova della muta in mare (che era mosso) non tanto entusiasmante. In serata 1200 m di nuoto soddisfacenti.
Oggi.
Mattinata con l'ultima lezione privata di nuoto dedicata quasa esclusivamente al dorso per non
stimolare molto il mio collo sofferente per torcicollo.
Nel pomeriggio approfittando "di condizioni favorevoli" decido di mettere fine alla mia giornata lavorativa anzitempo. Alle 17.30 sono già in sella con l'intenzione di improvvisare un doppio allenamento BICI+CORSA. Da casa mi avvio in direzione Moruzzo quindi con terreno in graduale salita e picco finale, al ritorno godo della discesa e del vento a favore e questo mi porta ad aumentare decisamente la media.
Mi fermo al Parco, rapido cambio delle scarpe e via per 8,75 km di corsa veloce come se fosse gara. A sorpresa senza fare grande fatica mi ritrovo su ritmi poco sopra i 4' al km che riesco a gestire ma mi chiedo fino a quando. Evidentemente oggi doveva andare tutto bene per cui le gambe girano, la chiappa non si fa sentire e vado addirittura in progressione nel finale finendo alla media di 4'04'' al km.
Rapido cambio e ultimi 6 km di bici tirata fino a casa.
Entusiasmante ancora di più perchè inatteso e inimmaginato.

3 commenti:

La Polisportiva ha detto...

peccato non fosse giorno di gara! Mi sa che col triathlon te la giochi alla grande!!!

Patty ha detto...

bello corsa e bici quest'estate ci proverò anch'io!

margantonio ha detto...

Sono molto preso da questa nuova esperienza ma in realtà sono cosciente di essere poco più di un neonato, le mie incertezze nel nuoto sono clamorose, sulla bici pedalo ma non spingo assolutamente. Si tratterà sempre e comunque solo di esperienze dove l'aspirazione massima sarà quella di non arrivare ultimo.
@Patti: bello coniugare bici+corsa in successione oppure durante il soggiorno al mare corsa+nuoto al tramonto, lo scorso anno me lo sono veramente goduto