Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






venerdì 3 aprile 2009

Corsa in progressione

Stasera non ho fatto il mio solito progressivo che consiste semplicemente nel partire molto lentamente e finire a tutta. Ho dapprima assecondato l'allenamento dei miei amici che avevano in programma una corsa in progressione con tre step da 4 km da fare in 4'25''-4'15''-4'05''. Sono partito leggermente dopo di loro quindi ho dovuto limitare il mio riscaldamento ad un solo giro del parco corrispondente ad un miglio. Dapprima ho lasciato fare a loro il ritmo poi mi sono posto davanti a scandire con gran regolarità; purtroppo qualcuno dei miei amici ha ceduto ed in particolare Renato è stato costretto a fermarsi dopo il secondo step per poi riprendere. Stefano è riuscito a completare bene il lavoro. Al termine dei 3 step visto che al nostro gruppetto si erano intanto uniti 3 forti maratoneti friulani (Denis, Adriano e Marcello) ho provato a continuare aggiungendo un ulteriore step di 2,5 km che nel quale ho dato un'ulteriore accellerata: era veramente da tanto che non facevo un allenamento "serio" ed oggi mi ritengo veramente soddisfatto.
  • 4000 m in 17.28 a 4'22'' al km
  • 4000 m in 17.01 a 4'15'' al km
  • 4000 m in 16.04 a 4'01'' al km
  • 2570 m in 9.39 a 3'45'' al km

Ormai l'obiettivo non si può più nascondere: correre una maratona a 4 al km deve essere e senza aspettare l'autunno.

4 commenti:

uscuru ha detto...

catz.. ke progressione. hai fiato da vendere!!
questo tipo di progressivo e' formidabile ma credo di soffrirlo molto di testa.
in fondo sono stati 14kme mezzo poco sotto a 4'10 se fai la media.
so' anke ke non e' la stessa cosa nel tipo di allenamento(un conto e' il medio un conto e' il progressivo)ma il fatto di scalare i tempi ke soffro.
ogni tanto qualke lavoretto t'esce fori!!!
mantieni il motore caldo... penso, sei nella direzione giusta!!!

La Polisportiva ha detto...

anche a me piace molto il progressivo. Però la progressione cui sono abituato è più soft della tua...Mi piace che iniziando molto piano hai modo di scaldarti perfettamente.

giorgio "suomi" ha detto...

Antonio hai ragione: la soddisfazione di aver fatto un buon lavoro in allenamento è uno degli stimoli più importanti per migliorarsi.
Ma anche leggere i tuoi resoconti (mi) serve.

margantonio ha detto...

quando mi riesce di trovare l'occasione di correre con qualche amico unendomi ai suoi lavori lo faccio volentieri...loro usufruiscono della mia esperienza ed io della bella sensazione di un lavoro che da solo non farei mai.
concordo con Uscuru della difficoltà di affrontare i progressivi a step, a me viene molto più semplice progredire di pochi secondi al km piuttosto che cambiare passo ogni tot km