Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






martedì 11 marzo 2008

Yes, we can

Ha cominciato Barak Obama nelle primarie del Partito Democratico negli Stati Uniti lanciando lo slogan
Yes, we can
lo stesso slogan è stato preso e riproposto dal Partito Democratico qui in Italia con la versione italiana di
Si può fare Ieri sera durante una manifestazione elettorale il candidato sindaco della città di Udine per il PD, ex rettore dell'Ateneo udinese Furio Honsell (noto anche nel resto d'Italia per le apparizioni alla trasmissione di Fazio) ma soprattutto salito agli onori della cronaca per aver portato l'Università di Udine ai primi posti in Italia ha coniato lo slogan che certamente sarà molto ripetuto in questa campagna elettorale in una versione anglo-friulana:
Yes, o puès.

C'è veramente da augurarselo che si possa fare perchè alcune candidature, alcuni personaggi, alcune idee emerse in questi giorni fanno cadere veramente le braccia, pensare di accettare supinamente la candidatura e le esternazioni di un personaggio già condannato più volte (e si era detto di evitare i condannati) che ostenta il suo essere fascista è deprimente. La giustificazione che dà poi lo psiconano : "Devo vincere, ci serve" la dice tutta sulla moralità di entrambi. Dopo avere comprato Mastella per far cadere il governo Prodi, corrotto a destra e manca, non potendo comprare tutti i giornali che Ciarrapico possiede, si compra Ciarrapico stesso che d'altronde non vedeva l'ora di potersi togliere qualche sassolino contro Fini... E' vero che i problemi degli italiani sono gli stipendi bassi, la spazzatura e quant'altro ma l'onorabilità dei governanti dovrebbe essere salvaguardata. Non mi rimane che dire
Yes, o puès...

1 commento:

Simone ha detto...

Che ce l'abbia contro Fini lo posso immaginare,

lo stesso fini che dichiarava:

19 Agosto 1989: Credo ancora nel fascismo, sì, ci credo

Giugno 1994: Mussolini è stato il più grande statista del Secolo... Ci sono fasi in cui la libertà non è tra i valori preminenti


ora si evolve come è giusto che possa capitare, fa allenze per il bene della democrazia, ma ai comizi del berlusca la gente urla duce duce (http://www.youtube.com/watch?v=BD5YazPg7NI), e pare che siano benvenuti in quelle manifestazioni, poi fra i candidati c'è Ciarrapico.

Veltroni non sarà il nuovo che il PD vorrebbe far credere, ed il PD magari sarà "votabile" fra 10-15 anni (speriamo), ma certo la combriccola a destra fa venire molta molta voglia di votare comunque PD.

ps: fortuna che ancora ci resta Di Pietro ;)