Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






domenica 28 agosto 2016

GR R2 1^ tappa: La Providence-Roche Ecrite

Si parte di buon mattino e subito ci immergiamo nella foresta tropicale che solo in alcuni momenti ci fanno intravedere la città che abbiamo appena lasciato.
E' tutta salita fino a raggiungere il rifugio dove lasciamo lo zaino e proseguiamo verso la cima di Roche Ecrite. Purtroppo il cielo si annuvola e quando raggiungiamo la nostra prima cima il panorama sul Circo di Salazie ci viene negato.
In rifugio alloggiamo con due simpatiche francesi, madre e figlia.
Durante la notte sento la pioggia battere sul tetto presagio triste per la giornata successiva.
La salita si presenta subito con scalini

video


...e radici


compagni di viaggio


piccola Milena-grande albero

Saint Denis dall'alto


selfie nella foresta tropicale

tra le canne di bambù



flora tropicale

raggiungiamo il rifugio

il nostro primo rifugio



riprendiamo la salita verso la Roche Ecrite

strana flora



paesaggio quasi lunare

in cima tra le nuvole

selfie sulla Roche Ecrite




Nessun commento: