Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






martedì 21 luglio 2015

Camminata in montagna alla conquista dello Jof di Sompdogna

Panorama
Sabato in montagna (non tanto di buon'ora in realtà) anche perchè prima siamo passati a prendere i miei primi scarponcini da montagna.
Come al solito gli obiettivi non mi sono noti se non in linea di massima, mi fido ciecamente della mia guida...e guai se non fosse così...
A conoscere in anticipo "il mio destino" penso che non avrei accettato tanto volentieri anche se ad obiettivo conquistato sono veramente contento.
Si parte dalla Alta Val Saisera, laddove finisce la strada asfaltata. Il primo obiettivo sarebbe il bivacco Stuparigh ma sin da subito incontriamo qualche difficoltà in quanto la strada è stata portata via dal torrente. Più che in montagna sembra di essere sul tracciato del Magraid, si cammina nel letto del torrente, tra i sassi con un sole che picchia alto e forte.
Intraprendiamo il sentiero ma subito dopo ci rendiamo conto di procedere in direzione del bivacco Mazzeni...saremo costretti ad una deviazione con sorpresa.
La sorpresa è che si tratta di un sentiero assai esposto con tratti di "cagotto" per me con cavi e persino un brevissimo pezzo di ferrata.


...e questi tratti difficili si succedono in continuazione.
In verità la presenza dei cavi in qualche modo mi tranquillizza nonostante ad appena 30 cm ci sia il nulla.








...e dalla cima lo spettacolo del panorama è veramente eccezionale.
video
Anche questa discesa si rivela impegnativa, come tutte per me anche se con gli scarponcini ai piedi è tutt'altra cosa rispetto alle scarpe da trail.




Nessun commento: