Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






martedì 20 luglio 2010

Madonna del Domm conquistata ora da entrambi i lati

Stamattina sono stato indeciso sino all'ultimo su quale percorso scegliere e che salita fare per la mia uscita. Sapevo che il tempo a disposizione non mi poteva consentire di raggiungere i 100 km per cui ho optato per qualcosa di nuovo.
Salita alla Madonna del Domm a quota 960 m s.l.m. dal lato di Torreano, una salita quindi con una pendenza che immaginavo fosse più impegnativa visto che si parte da una quota più bassa rispetto a Faedis ma soprattutto che tira su direttamente fino alla quota finale senza "soste intermedie".
Immaginavo dura ma non tanto. Sarò che io ero un po' stanco ma sono stato costretto ben presto a scendere sulla corona piccola e andare su con il penultimo rapporto alternando seduto a spinta in piedi sui pedali.
Al termine però gran soddisfazione per questa nuova "conquista" e un paio di meritate foto ricordo con il cellulare. Nota non certamente a margine: scorci di panorama su tutta la piana udinese ECCEZIONALI.
Il giro è poi continuato dopo la discesa di Canebola per il classico Attimis-Nimis-Qualso.
83 km di salute.

7 commenti:

Rupikaber ha detto...

Canebola la ricordo bene, una volta ci sono passato in una gara!

Sarah Burgarella ha detto...

Bello bello! Ganza la cartina con le altimetrie e le cartoline! :-)Bye by Sarah

antherun ha detto...

Ciao Antonio: che bei giri che fai...che bici hai attualmente?

Ale57 ha detto...

Ah ma vai in bici!!! Al primo momento pensavo che te li eri fatti di corsa.... ma da te mi aspetto anche questo ormai.
Grande Antonio!

arirun ha detto...

Stai attento a Contador...che se ti salta la catena quando passi sul rapporto più agile col cavolo che ti aspetta!!Vai Antonio sempre in fuga!!

margantonio ha detto...

@ Sarah: mi piace verificare l'altimetria della fatica che ho fatto e poi conservare questi file come si faceva con le collezioni di figurine quando si era piccoli.
@ antherun: ho una semplicissima bici da decathlon, quando l'ho comprata non immaginavo assolutamente questi sviluppi.
@ ale57: con questa storia del Triathlon ora distribuisco i miei allenamenti in maniera diversa concedendo molto meno alla corsa dove ho meno problemi

lello ha detto...

bravo antonio , sempre tenace in tutti i fronti , andrai forte anche nel triathlon , comunque bel giro