Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






sabato 7 marzo 2009

Stanchezza e Maratona di Vienna

E' trascorsa quasi una settimana dalla Maratona di Barcellona ed ora riesco ad analizzare a freddo meglio ciò che è accaduto nella capitale catalana.
Si è trattato di una delle gare da 42 km nella quale ho speso di più, sia in termini di energie nervose che fisiche.
Mi spiego:
  • energie nervose--correre per una intera maratona con la paura che da un momento all'altro potesse riemergere il risentimento muscolare mi ha portato a non staccare mai la spina dell'attenzione dalla strada, ho affrontato quasi tutte le curve della prima parte di gara in modo largo per essere tranquillo di non incocciare qualcuno davanti, ho fatto attenzione a tutti quei tratti dove il terreno fosse sconnesso, ed infine nei numerosi tratti di saliscendi ho cercato sempre di andare regolarmente senza strappi.
  • energie fisiche-- tranne i primi km ho impresso alla mia corsa un ritmo sempre sostenuto, in linea generale nelle altre maratone mi concedo sempre uno step "di riposo", 4-5 km di rallentamento (bastano anche 2-3 secondi al km) prima di ripartire; in questo caso è stato un continuum di spinta. ed infine l'ultimo tratto, che aveva una pendenza rilevante, l'ho affrontato a tutta.

Il risultato di tutto questo è che le gambe sono decisamente provate, in questa settimana ho fatto 3 uscite di scarico di 8,11 e 14 km nelle quali non ho provato alcuna sensazione di piacere di correre ma solo di pesantezza e sofferenza. Per fortuna ieri ho trovato prima Michele ad accompagnarmi e poi insieme a lui tutto il resto del gruppo di amici che procedeva "di lento".

Tutto sommato quest'esperienza è positiva, mi ridà la consapevolezza della Maratona come battaglia, da pianificare, da impostare e condurre tatticamente al meglio.

%

%

OPERAZIONE SACHER TORTE

%

%

Intanto ho in parte modificato i miei appuntamenti primaverili: cancellata la partecipazione a Torino (impossibile garantire in tranquillità il ritmo da pace-maker delle 3 ore) mi sono iscritto alla Maratona di Vienna dove sarò presente con molti amici. In maniera spiritosa chiamerò la spedizione viennese "OPERAZIONE SACHER TORTE". Allo stato attuale risultano iscritti 11 compagni di squadra dell'Atletica Buja (ma uno si è già dichiarato renitente), il gruppo sicuramente si infoltirà con gli iscritti alla mezza. Naturalmente terrò informati sull'evoluzione dell'operazione.

%

%

5 commenti:

kaiale ha detto...

beh dopo tanti allenamenti a buon ritmo , la stanchezza ci sta e come.
io questa settimana, dop la mole di lavoro che ho portato ho deciso di fare allenament facili...oggi era previsto un 16km...ma non mi sono svegliato molto in forma, così ho optato per un giorno di riposo dopo circa un mese.
in fin dei conti, la base c'è...
con un poco di riposo non si fa altro che migliorare

alessio

uscuru ha detto...

bene e' come mi sento io oggi, solo ke io devo ancora farne una quest'anno!!!
queste due settimane, andrai a sensazione?

margantonio ha detto...

@ Uscuru: sensazione mica tanto visto che domenica 15 ho una Mezza che vale come Campionato regionale nella quale dovrò cercare di fare il meglio per portare punti alla società e, naturalmente, anche un buon riscontro personale.

Simone ha detto...

Operazione Sacher? Ueila, bene bene, ci sono anche io a Vienna!!! Arriveró da Monaco ma dobbiamo proprio incontrarci!

margantonio ha detto...

sicuramente ci vedremo Simone. ciao