Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






sabato 8 marzo 2008

Mezza di Brugnera: come andrà?

Anche stavolta come nelle occasioni precedenti voglio azzardare una previsione sulla gara di domani a Brugnera. Le condizioni atmosferiche molto probabilmente non saranno favorevoli come domenica a Gorizia, le gambe a soli 7 giorni da una gara tiratissima potrebbero risentire della fatica negli ultimi km, dall'altro verso la presenza di un numero maggiore di concorrenti potrebbe favorire il formarsi di gruppetti che aiutano a tenere il ritmo (a Gorizia ho corso quasi sempre da solo), il titolo regionale a squadre potrebbe incitarmi nell'inseguire e raggiungere qualche "maglia" da superare. Qualunque risultato sarà ben accetto, detto questo, partirò intorno ai 3'45''-3'50''; fare 1:20' sarebbe soddisfacente...ma conoscendomi l'adrenalina della gara mi porterà ad inseguire il tempo di domenica scorsa (1:18'56'').
Commento post gara
Tutto quello che avevo scritto ieri sera si è verificato: le condizioni atmosferiche erano accettabili (ma peggiori di Gorizia), il gruppetto al quale alludevo si è formato eccome e aveva dentro per i primi 13 km un signor atleta, Maurizio Pitau che è bravissimo a tenere il ritmo costante (peccato che abbia avuto problemi poi) e principalmente Sonia Conceicao Lopes ed un veronese che la accompagnava. Sonia prima della gara mi ha chiesto se correvo con lei e naturalmente ho accettato perchè sapevo che l'aiuto sarebbe stato vicendevole ed in effetti si è fatta gara insieme, solo negli ultimi km ho preso qualche secondo che non sono riuscito più a recuperare. Ho migliorato di 25'' la prestazione di domenica scorsa finendo in 1:18'22''. Sono molto soddisfatto perchè due mezze tirate in 8 giorni fatte a ritmo costante garantiscono di una condizione ottima sulla velocità.

7 commenti:

Micio1970 ha detto...

Complimenti: stati andando alla grandissima!

rudi ha detto...

Complimenti Sei Stato Grandissimo sia ieri che a Gorizia.
Io purtroppo non ho corso a Brugnera. Sono stato una settimana a letto con l'influenza (intestinale + febbre a 40) solo oggi ho ripreso il lavoro. Riprenderò questa settimana la preparazione sperando di farcela per il 30 a Treviso.
Comin Rudi

Giulyrun ha detto...

Hai il cronometro nelle gambe, a te il Garmin ti fa un baffo.

margantonio ha detto...

l'aver corso tante maratone di certo mi ha insegnato a conoscere i segnali che vengono dalle mie gambe ma soprattutto mi ha insegnato a non chiedere loro più di quello che possono dare.la maggior parte dei cattivi risultati (miei e degli altri) sono solo causati da strategie, condotte di gara, partenze scellerate. L'umiltà dinanzi alla corsa, in particolare nel caso delle lunghe distanze è fondamentale. Il verbo "PROVARE" che tanto spesso sento pronunciare sarebbe da limitare nell'uso nel vocabolario del podista. Si può comprendere l'errore nell'inesperto, ma con gli anni l'esperienza deve insegnare UMILTA'.
Ciao a tutti e buone corse

Paolo ha detto...

Concordo con Giulyrun.. Oltre hai tempi che non hanno bisogno di commenti (davvero eccezionali!), sei un cronometro umano! In effetti lo avevo scritto da qualche parte in passato che strumenti come il garmin servono molto di più a chi è alle prime armi (come me) rispetto ai runner evoluti. Davvero complimenti per i tuoi risultati e per la tua forza, perchè resistere a tutto quel carico di lavoro ce ne vuole eh eh!! Ciao da Lecce!

Anonimo ha detto...

Complimenti Antonio, e ti rinnovo i complimenti fatti ieri dal vivo per i tuoi articoli che leggo sempre volentieri sui vari portali.
Gabriele "Nando" Fantasia
PS: Ieri quinto col personale 1ora9e27!!

Mathias ha detto...

Complimenti Antonio.
Sulla sensibilità al ritmo che in certi corridori è più precisa del Garmin, ma come si acquisisce?!' :-)
Ho degli esempi anche nel mio gruppo, podisti molto esperti che corrono da anni che mi dicono rallenta o accellera perchè stiamo andando alla tot velocità al km..e io che indosso il Garmin impallidisco, perchè riscontro che conoscono la loro andatura istantanea in modo perfetto!!