Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






martedì 22 gennaio 2008

dubbio amletico

finalmente comincio a recuperare il piacere di fare allenamenti più lunghi, per un periodo abbastanza lungo mi ero fossilizzato sui 10 km e mentalmente mi era difficile andare oltre. ieri sera seppur da solo sono arrivato a 13 km tutti in progressione con ritmo medio 4'26'', stasera con i miei due compagni di allenamento Stefano e Renato (inizialmente c'era anche Michele) altro progressivo impostato sul loro ritmo. la previsione era di fare un 4+4+4 partendo da 4'20'' e progredendo di 5'' ogni step. è andata abbastanza bene anche se entrambi non hanno completato il lavoro come previsto, io ho fatto 10 gg del parco con la media complessiva, considerati i 5 km di riscaldamento molto lenti di 4'28''. il dato più buono è quello che in due giorni ho corso per 30 km. ora una domanda mi STRUGGE: sono combattuto tra la voglia di continuare nella progressione degli allenamenti duri e il desiderio di rientrare subito in maratona, sarei anche iscritto alla prossima Maratona del Salento di domenica prossima. gareggiare a Parabita significherebbe però interrompere già da domani e riprendere non prima di 10 giorni con qualcosa di costruttivo. la rinuncia alla gara di maratona invece mi darebbe la possibilità di aggiungere lavori di qualità, di fare comunque il cross lungo domenica e spingere sull'acceleratore tutta la prossima settimana che concluderò (il 3 febbraio con un lunghissimo) spero di superare dopo tantissimo tempo i 100 km. che decisione prendere? mi dò ancora 24-48 ore.

4 commenti:

cinzia ha detto...

cavolo!!! allora succede anche a quelli + runner di me, il fatto di fossilizzarsi su una distanza e poi aver quasi paura ad affrontare una distanza maggiore...

margantonio ha detto...

nel mio caso non si tratta assolutamente di paura.
spesso nel running si passa dal circolo virtuoso del non riuscire a rinunciare ad un allenamento a quello vizioso di non riuscire a riprendere con regolarità quando per qualche motivo si è rallentato.
saluti
antonio

Anonimo ha detto...

Scusa se m'intrometto nei Tuoi pensieri, io salterei la maratona anche perche' e' molto lontano da casa e continuerei con la qualita' che paga sempre. emi

margantonio ha detto...

caro Emi la decisione quando è stata ventilata in pratica era già presa.
ho ripreso finalmente a correre bene, vedo dinanzi a me la possibilità di poter tornare efficiente e so che per questo devo lavorare senza le interruzioni che inevitabilmente portano le gare di maratona. non vado nel salento.ciao