Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






domenica 21 settembre 2008

Lunghissimo

Oggi in programma allenamento collettivo al Parco, appuntamento alle 7.30 (ma forse è meglio passare all'orario invernale) per partire alla conquista di un lunghissimo che potrebbe essere per molti di noi l'ultimo in vista della Maratona di Monaco del 12 Ottobre.

Come al solito in queste occasioni si sparge la voce con tutti i mezzi che la moderna tecnologia dispone, e si attende quanti si presenteranno all'appello.

Non avrei mai detto che all'ora suddetta pronti al via ci fossero ben 10 amici, fatto mai accaduto. Adriano G. si trova solo per caso ed infatti dopo qualche km in compagnia ci lascia, il resto del gruppo (Renato, Stefano, Beppo, Antonio S.,Michele, Alessandro, Monica, Giuseppe M. ed io) invece va.

Dopo qualche giro all'interno del parco saggiamente Monica rallenta perchè il ritmo tende a salire e la mezza di domenica scorsa si fa sentire, le fa compagnia Giuseppe M. (a loro si unirà poi Marco P.), insieme porteranno a termine il lavoro oltre i 30 km.

I sette reduci si avviano fuori del parco lungo l'ippovia, il ritmo è relativamente tranquillo, sarà che molti di noi sono molto fiduciosi nell'appuntamento di Monaco ma avverto la giusta tensione e scarsa voglia di sprecare energie inutilmente.

Sono costretto ad un Pit-stop (causa cattiva alimentazione della quale è naturalmente responsabile Friuli-Doc la manifestazione enogastronomica che è in svolgimento in questo weekend a Udine) e ad una rincorsa per raggiungere "i fuggitivi". Al rientro in gruppo trovo un nuovo ingresso, si tratta di Oscar.

Percorriamo l'ippovia fino al cartello degli 11 km (che corrisponde ai nostri 20), da lì inversione ad U e ritorno. Subito Stefano incrementa seguito da Oscar, scopriremo solo alla fine che si tratta di un lavoro previsto nella sua tabella.

Improvvisamente avverto una strana sensazione, mi gira la testa ed ho anche un poco piacevole stimolo al vomito, per un momento penso di fermarmi, mi sfilo, rallento decisamente perdendo una ventina di metri ma per fortuna tutto passa e riprendo il posto nel gruppetto.

Recuperate appieno le forze decido di incrementare nel finale, percorro gli ultimi 4,5 km alla media di 4'05'' con buona reattività delle gambe, Stefano che nel frattempo ho raggiunto e che assaporava già il km di recupero non resiste alla tentazione e mi viene dietro.

Completiamo il lavoro con 33, 7 km in 2:39'25'' alla media di 4'44'' con due pit-stop di circa un minuto ciascuno, "ripulendo" da questa pausa la media sarebbe sotto 4'40''; soddisfacente ma soprattutto incoraggiante la progressione finale.

Anche tutti i miei amici completano soddisfatti; Alessandro alla sua prima esperienza di lunghissimo raggiunge i 31 km...il ragazzo cresce a vista d'occhio.

Sono certo che a breve avremo un forte compagno di allenamento ed un ottimo maratoneta che speriamo diventi anche un compagno di squadra.

Al termine la lieta sorpresa di Anna che ci accoglie con alcuni viveri da consumare "al banco" dissetandosi con una bevanda color verdino che scatena la fantasia nella sua definizione.

8 commenti:

Marco ha detto...

Gran bel lungo!!!!
Complimenti!

Ma a Monaco berrete sali o birra? ;-)

Frate_tack ha detto...

Bhe direi un bel lungo chiuso in progessione! Complimenti

MONICA ha detto...

GRANDE ANNA !!!!

Simone ha detto...

Monaco, prima o poi la voglio fare anche io, deve essere abbastanza piatta, a parte forse partenza ed arrivo che se non erro sono al parco olimpico, li c'é qualche collinetta (per la cronaca artificiale, li ci sono tutte le rovine degli edifici bombardati durante la seconda guerra mondiale).

Deve essere proprio bella, spero ci sia un bel pezzo dentro all'English Garden ... uno spettacolo di parco!
PEr fortuna che é finito l'Oktoberfest da 1 settimana altrimenti si arriva a monaco ma alla mattina alla partenza si presentano in pochi, ahahah :)

Poi ti chiederó tutto, sono troppo cursioso di sapere com'é!
In bocca al lupo anticipato, bene vedere che gli allenamenti procedono positivamente.

margantonio ha detto...

come ben sai, Simone, farò un'ampia e dettagliata disamina della mia maratona di Monaco specie in questo caso nel quale sarò circondato da una ventina di compagni di squadra (almeno 12-13 correranno la maratona). Ci sono almeno 4 compagni di squadra che puntano al personale e un giovane di "belle speranze" che per la prima volta dovrò "temere" per salvaguardare la guida del branco.
Il giovane, che si chiama Stefano si farà, ma dovrà sudare le proverbiali 7 camicie per prendersi la prima posizione...
l'ascia di guerra è dissotterrata, già da domenica alla mezza di Udine è lotta dura...

Maorirunner ha detto...

.....ma quale lotta, sono sicuro che andrai abbondantemente al di sotto dell'ora e venti ed io al massimo potrò starti in scia per un po' di km.....e al posto dell'ascia meglio le solite birre da mezzo per brindare a qualunque risultato venga!!! A Monaco poi le birre ovviamente saranno da litro (doppia distanza...)

Anonimo ha detto...

la guida del branco non può dipendere solo dai risultati, ma da tante altri fattori e al momento la guida non è in discussione.
PS= a Monaco essendo finita da una settimana l'oktoberfest potrete assistere al kagerfest (un vero runner non può non sapere cosa sia il triangolo di Kager). devil7

margantonio ha detto...

per il maori: io farò al massimo 1:21 quindi dipende da te se vuoi arrivare davanti e fare il record...per brindare non ci sono problemi.
a Monaco il discorso è diverso, lì siamo sulla maratona e la distanza si presta di più alla mia "esperienza"

per devil: anche se non lo conoscevo il triangolo adesso mi sono informato...