Nessuno può sentirsi sicuro di vincere, al momento di partire. Non si può star certi nemmeno di arrivare fino in fondo. La maratona è l'unica gara che si può perdere anche correndo da soli.

Perle di saggezza

Se vuoi correre, corri un miglio. Se vuoi conoscere una nuova
vita, corri la Maratona!


Emil Zatopek (citazione segnalatami da Giovanni Chessa)

Me medesimo in numeri

213 MARATONE corse



PB 2:36'28'' 08.10.2000 GoldMarathon Cesano Boscone (MI)







un centinaio di MEZZE corse



PB 1:13'09'' 01.10.2000 Udine







cinque 6 ORE




PB 73,096 km (Buttrio 2014)







cinque 100 km (4 Passatore)



PB 8:51'28'' giugno 2005 in pista Fagagna (UD)



PB Passatore 9:09' 2004 Firenze-Faenza







una 12 ORE



PB 119,571 km
31-08-2014 Passons (UD)







3000



PB 9'39'' San Vito al Tagliamento (PN)







5000



PB 16'27''







10000



PB 35' 36''







3 VOLTE IRONMAN FINISHER






mercoledì 25 giugno 2008

Guardare avanti

Nonostante ancora non sia passato il mal di gambe della skyrace di domenica ho già deciso di iscrivermi alla prossima avventura. Si tratta della Camignada Sei Rifugi Misurina Auronzo in programma il 3 agosto.

Chi l'ha corsa ed ha corso pure la Carnia Skyrace mi dice che è più facile, un amico mi ha detto che lui l'ha completata in 4 ore che visto il confronto delle prestazioni (in maratona, anche se ho scoperto che il paragone non regge) dovrebbero essere alla mia portata. Anche in quel caso unico obiettivo divertirsi e gustare il paesaggio.

Nel frattempo speriamo di recuperare al più presto l'efficienza nelle gambe per la gara di domenica. Oggi 10 km di lento a 32 °C di temperatura, impossibile correre.

5 commenti:

Mic ha detto...

Io non ci credo che sarà questa la prossima gara. Nel senso che è troppo in là e sono sicuro che ci infili in mezzo qualche altra garetta! Capisco che nella scorsa gara l'importante era divertirsi e gustare il paesaggio, cmq se sei arrivato con Peruzzo, vuole dire che non sei andato tanto piano!

margantonio ha detto...

ma certo che ci infilo TANTE garette, ma sono appunto garette. Le gare nel mio vocabolario personale non sono tali se non durano almeno un'ora ed anche la mezza mi sta un po' stretta.
Con tutto il rispetto per Peruzzo, quelle non sono le nostre gare, anche Tiussi è arrivato pochissimo davanti a me.

quatermass ha detto...

Ciao è la prima volta che intervengo sul tuo blog che seguo con costanza.
Ho deciso di scrivere a proposito della corsa in montagna.
La prossima domenica avrà inizio il trofeo GORTANI che è una manifestazione storica del podismo regionale che si svolge ormai da più di 40 anni.
Io che abito nel cividalese(e non sono certo un camoscio) ci partecipo da 4 anni e la trovo la migliore manifestazione podistica in assoluto.
Il clima è molto familiare, i paesaggi sono molto invitanti e l'orologio non è così importante come la COPPA FRIULI per fare un esempio.
Purtroppo le società più numerose, ma non solo snobbano ingiustamente questa manifestazione e secondo me è UNA MANCANZA DI RISPETTO per quelle società e per quei piccoli centri che si sforzano per organizzare al meglio questa manifestazione.
Società come il BUIA e il TERENZANO che hanno più di un centinaio di tesserati presentano al via 3,4 atleti al massimo e mi sembra decisamente poco rispetto al loro potenziale numerico.
Io che di solito partecipo un po' a tutte le gare(lavoro permettendo)vedo che molti carnici vengono anche fino a VILLESSE per fare un esempio e non vedo perchè non si deva ricambiare partecipando alle gare che loro organizzano in CARNIA!!

Per chi ha già fatto la corsa campestre quest'inverno il pettorale è lo stesso e basta solo punzonarsi prima della partenza.
Gli orari sono più o meno come le campestri dalle 9.30 per le categorie giovanili di seguito gli amatori(femminili 10.30, machili 11.00) Le distanze dei percorsi sono 5KM circa per le donne e 10KM circa per gli uomini.
Caro Antonio spero molto di vedere pubblicato sul tuo blog il calendario del TROFEO GORTANI e di vederti a qualche prova(ce ne sono 7 di cui 2 al sabato pomeriggio)anche se so che arriverai prima di me al traguardo, ma questi sono solo dettagli.
Ciao e per chi viene ci si trova in località PIAN DI CASA in Val Pesarina domenica mattina.

mandi

margantonio ha detto...

Purtroppo devo chiamarti quatermass ma non ti conosco per nome, la corsa in montagna è abbastanza particolare, la salita o la si ama altrimenti è difficile adattarsi.
Io pur essendo aperto a tutti gli aspetti della corsa, ti confido che non riesco ad appassionarmi ad affrrontare pochi km di salita da sfinimento, riguardo al cronometro bisogna riconoscere che è un aspetto della nostra attività, chi più chi meno ne tiene conto.
ho iniziato da poco l'esperienza della corsa in natura e con la montagna e mi ha ispirato molto ma la ragione fondamentale è stata la lunga distanza, lo sforzo prolungato. comunque per quanto riguarda il calendario del Trofeo Gortani ti ho accontentato. se vuoi collaborare con me e fare qualche resoconto di gara sarò felice di pubblicarti.
antonio

quatermass ha detto...

Ok continua a chiamarmi quatermass, appena ti vedo al parco del Cormor ti svelerò la mia identità!!
Per quanto riguarda il GORTANI grazie per aver pubblicato il calendario, dovrsti però ricordarti di inserire le singole gare negli "appuntamenti del week-end" così magari a qualcuno viene l'idea di partecipare.
Ritornando agli aspetti della corsa in montagna volevo dire che questo tipo di gare ti abitua alla sofferenza e a non mollare mai cosa che secondo me a livello mentale può essere utile anche per la maratona, per il discorso che l'orologio non è importante come nella corsa su strada è che per fare un KM puoi stare anche 10 minuti a differenza dei 4 che ci impieghi su strada.
Poi secondo me non è vero che la corsa in montagna ti "rallenta" come dice qualcuno, ci sono molti carnici che se la cavano benissimo anche su strada.
L'appello che ho fatto ha l'unico scopo di non far morire una manifestazione che è tuttora ed è stata in passato molto importante nel panorama podistico della regione e meriterebbe un supporto maggiore da tutte le società .

Il mio è un parere da semplice appassionato e ritengo il tuo BLOG uno strumento utile per pubblicizzare la manifestazione.

Però se devi fare "LA CAMIGNADA" come allenamento ti andrebbe bene

ciao